NUTRIZIONE E DOPING - PARTE 2 - LA PIRAMIDE SPORTIVA ALIMENTARE

|
PIRAMIDE SPORTIVA ALIMENTARE, INTEGRATORI, FARMACI, DOPING

Sono efficaci gli integratori nello sport?

Esiste in commercio una grande varietà di prodotti usati come integratori nutrizionali ed ergogeni. Il più delle volte questi prodotti non hanno un’efficacia e una sicurezza dimostrate o dimostrabili e spesso sono efficaci solo perché contengono sostanze e principi attivi noti per la loro attività farmacologica.
Andrebbe anche sfatata la convinzione, molto diffusa, che ciò che è contenuto nelle erbe , nei prodotti vegetali e in tutta la vasta gamma dei prodotti erboristici sia costituito da sostanze naturali e quindi benefiche o quanto meno innocue. Infatti, moltissimi farmaci tutt’ora in uso sono prodotti vegetali (efedrina, caffeina, etc.) e possono trovarsi negli integratori, che, per questo motivo, sono stati sovente responsabili di danni sia economici che fisici, tanto è vero che esistono casi di cronaca che rimandano ad avvelenamenti con prodotti a base di erbe.
Spesso accade che un certo tipo di integrazione e/o supplementazione nutrizionale non può essere circoscritto ad una sola delle classi precedentemente trattate, ma appartiene al contempo a più di una.
Sul mercato un'enorme quantità di integratori e supplementi nutrizionali viene offerta ai praticanti delle attività sportive, soprattutto ai dilettanti, spesso in giovane età, al fine di migliorare la prestazione. Il Dr. Liviani, specialista in Scienze delel Attività Motorie, è dell'opinione che le affermazioni che sbandierano l'efficacia di gran parte di questi prodotti, venduta liberamente, siano prive di qualsiasi prova scientifica.
Tra i prodotti attualmente in commercio troviamo: ginseng, guaranà, pappa reale, polline d’api, miele, acido pangamico, oltre a un’ampia varietà di vitamine e minerali (boro, vanadio, zinco, magnesio, manganese, calcio e ferro).
Ultimamente è frequente trovare in commercio semi di cola, foglie di coca (decocainizzate) e molti prodotti erboristici cosiddetti “da banco” (ad esempio il trigonella foenum-graecum, comunemente detto “fieno greco”).
Tra queste sostanze, nessuna apporta un reale beneficio a soggetti sani che seguono una dieta normale ed equilibrata, anzi, alcune di loro possono addirittura essere dannose, soprattutto se utilizzate in quantità elevate.
Spesso, quando si riscontra un effetto benefico a seguito del loro utilizzo, questo è dovuto, in realtà, alla presenza di sostanze illegali, come ad esempio l’efedrina e i suoi derivati, che spesso si ritrovano in composti a base di erbe. In modo analogo, alcuni prodotti reclamizzati come “fornitori di energia” in realtà contengono dosi massicce di caffeina, che potrebbero causare addirittura la squalifica nelle competizioni agonistiche.


Potenziali benefici degli integratori

 

SUPPLEMENTO O AIUTO ERGOGENICO

BENEFICIO

Antiossidanti

Forse

Bicarbonato

Si, in alcuni casi

Amminoacidi a catena ramificata

Probabilmente no

Caffeina

Alcune volte

Carnitina

No

Creatina

Si

Glutammina

Probabilmente si

Altri

Probabilmente no

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Proprietà di alcuni preparati usati come integratori alimentari per atleti

 

PRODOTTO

EFFETTO DICHIARATO

COMMENTI

 

Alghe marine - spirulina

 

Dimagrante, antigastritico e anticolitico, fonte di numerose vitamine e di proteine.

Contrariamente a quanto pubblicizzato, l’apporto proteico della spirulina è di scarsa qualità nutrizionale, ma almeno 30-40 volte più costoso rispetto alle comuni fonti alimentari.

 

Aloe

Contro l’insonnia e le gastralgie. Effetto analgesico e antimicotico cutaneo. Favorisce la cicatrizzazione di ulcere e ustioni.

Non è mai stato scientificamente dimostrato alcun effetto antinfiammatorio, antibatterico o qualsiasi altra efficacia terapeutica in seguito all’assunzione di aloe.

 

Arginina - ornitina

L’arginina migliora, in modo naturale, il normale rilascio di GH favorendo il recupero, potenziando la muscolatura e diminuendo la massa grassa.

La somministrazione orale di arginina e/o ornitina fa aumentare i livelli sierici di GH, ma soltanto per livelli di assunzione elevati, per i quali si riscontrano forti dolori gastrici e diarrea.

Guaranà - noce di cola

Aumentano la performance, migliorano l’attenzione e la destrezza.

Il principio attivo è la caffeina.

Pappa reale

Aumenta la massa muscolare, la fertilità e la longevità.

Non è mai stata dimostrata l’efficacia nel migliorare la prestazione atletica o nel produrre altri effetti terapeutici.

 

Polline d’api

Ottimo integratore alimentare, efficace in diverse patologie come coliti, invecchiamento precoce, malattie renali e dermatiti.

Non esiste alcuna attendibile prova scientifica che confermi le proprietà terapeutiche del polline d’api o gli effetti sulla performance atletica.

In realtà è molto difficile effettuare una separazione netta tra l’intervento nutrizionale e l’intervento farmacologico per migliorare la prestazione atletica. Bisogna infatti ricordare che alcuni integratori nutrizionali sono ricchi di sostanze note da lungo tempo per la loro azione farmacologica.
Anche se non esplicitati nella “lista WADA”, molti prodotti venduti come “integratori” rientrano nella categoria di sostanze a rischio doping. Ad esempio molti prodotti erboristici, da banco, contengono specifici principi attivi che li rendono equivalenti a veri e propri farmaci.
Certo è che per migliorare le prestazioni atletiche sarebbe più che sufficiente seguire un’alimentazione corretta, una dieta sana ed equilibrata in base alla quantità di attività fisica svolta.

Un buon aiuto potrebbe arrivare dalla "piramide sportiva”, concepita per chi esercita un'attività sportiva di almeno cinque ore alla settimana. La piramide sportiva evidenzia come coprire correttamente i bisogni nutritivi supplementari derivanti da tale attività. Ad esempio indica che gli sportivi non hanno bisogno di aumentare le cinque porzioni quotidiane di frutta e verdura raccomandate nella piramide generale per adulti sani, ma devono invece accrescere l'apporto di cereali e leguminose nella misura di una porzione in più per ogni ora di esercizio.

 



Suggerimenti finali

Nella maggior parte dei casi la sana e corretta alimentazione dovrebbe essere sufficiente per dare i massimi benefici e i migliori risultati nella pratica motoria o sportiva amatoriale.
In rari casi è consigliabile ricorrere all’integrazione nutrizionale e quindi all’utilizzo di tutta la vasta gamma di prodotti che sono stati citati in precedenza. In alcuni casi, tali prodotti possono realmente apportare un miglioramento delle condizioni fisiche e più in generale un miglioramento dello stato di benessere personale.
In particolare, può essere auspicabile il ricorso agli integratori idrico-salini in caso di intensa sudorazione. Alcuni prodotti, come i supplementi a base di sali minerali e carboidrati in soluzione acquosa (le cosiddette “bevande sportive”) possono essere di reale aiuto a questo scopo.
I risultati contrastanti ottenuti dalle ricerche scientifiche in questo settore pongono ancora svariati interrogativi, lasciando così aperta la questione “integratori”.
Molti nutrienti possono essere riconosciuti come sostanze ergogeniche: proteine, acidi grassi essenziali, minerali e vitamine. Tutte queste sostanze, infatti, sono indispensabili per il mantenimento di un buono stato di salute e per mantenere le normali funzioni biochimiche e fisiologiche, tuttavia non è stato dimostrato che la supplementazione al di sopra dei livelli richiesti per il mantenimento di un buono stato fisiologico comporti un miglioramento della prestazione nell’esercizio fisico e nella pratica sportiva.
Probabilmente sarebbe necessaria una legge più severa sulla commercializzazione degli integratori alimentari e dei supplementi nutrizionali, infatti, mentre un farmaco necessita di un lungo iter di sperimentazioni prima della messa in commercio, e sempre corredato da un’etichetta che ne dimostri l’efficacia, la sicurezza d’utilizzo e la composizione, ciò non accade per integratori e prodotti correlati.

 

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione